Utilizzo dei cookies
Il sito utilizza cookie proprietari per le proprie funzionalità. Continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni -
TRANSIZIONE
STUDIO LAVORO
Home > Transizione Studio Lavoro > Dettaglio progetto

Progetto PIL (Percorsi di Inserimento Lavorativo) dell'Università di Ferrara. Al via la XVI edizione.

Il PIL - Percorsi di Inserimento Lavorativo - è un percorso sperimentale di integrazione della didattica universitaria con l'esperienza lavorativa. Si tratta di un progetto avviato nel 2001 dall'Università di Ferrara, in collaborazione con il CDS (Centro ricerche Documentazione e Studi di Ferrara) e con il CFP Città del Ragazzo di Ferrara.

Scopo del Progetto è realizzare l’integrazione della fase conclusiva del percorso universitario con l’avvio di una prima, piena, esperienza lavorativa.

La struttura del PIL è così sintetizzabile:

1) Seminario aziendale: presentazione dell’azienda e delle sue esigenze ai giovani laureandi/laureati;

2)   Colloqui di selezione: colloqui con i giovani che avranno espresso interesse per l'azienda, quindi effettivamente motivati;

3)  Inserimento in azienda: solo nel caso in cui l'azienda individui le persone ritenute idonee, interessate a loro volta a proseguire il percorso nell'azienda stessa.

Grazie dunque al collaudato meccanismo di scelte reciproche, il PIL mira ad ottenere l’inserimento possibilmente più soddisfacente ed efficace per entrambe le parti – azienda e giovane.
Nell’ambito di questo Progetto, CDS si occupa della promozione del percorso e dell’ individuazione delle aziende interessate e dei profili professionali e lavorativi proposti dalle stesse.

Le specializzazioni universitarie coinvolte, a seguito dei profili proposti dalle aziende, sono: Economia (organizzazioni pubbliche, imprese e intermediari finanziari), Ingegneria (meccanica, dei materiali, civile, elettronica, informazione), Giurisprudenza, Architettura, Scienze (informatica, biologia, fisica, matematica), Farmacia (biotecnologie), Medicina (scienze motorie), Lettere (scienze della comunicazione, tecnologie della comunicazione, lettere e filosofia, lingue, scienze della formazione, operatori del turismo, archeologia).

Numerosi i vantaggi per le aziende tra cui:  

● la collaborazione di giovani laureandi o neolaureati a cui affidare compiti e ruoli professionali per lo sviluppo delle attività dell’impresa;

● la possibilità, con l’inserimento di uno o più giovani adeguatamente formati, di riorientare risorse interne a maggiore professionalità ed esperienza su progetti nuovi ed attività aggiuntive;

● un processo di orientamento e selezione dei candidati altamente qualificato (team di docenti ed esperti universitari e della formazione professionale, referenti aziendali) ed  uno specifico percorso formativo mirato all’inserimento lavorativo;

● l’interesse e la motivazione dei giovani all’esperienza lavorativa accompagnata dall’Università (con la possibilità di favorire un apporto motivazionale al gruppo di lavoro di inserimento in azienda);

● agevolazioni e incentivi economici, che lo Stato e la Regione Emilia-Romagna mettono a disposizione delle imprese che assumono giovani, con particolare attenzione al contratto di Alto Apprendistato.

Il CDS invita le Aziende che fossero interessate all’esperienza a contattare i ricercatori al nr. 0532/771103 o scrivendo a chiaratacchiventuri@ilcds.org per concordare un appuntamento al fine di approfondire le fasi del progetto.

Per maggiori informazioni: