Utilizzo dei cookies
Il sito utilizza cookie proprietari per le proprie funzionalità. Continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Ulteriori informazioni -
NEWS
Home > News

Al via la XVI edizione del Progetto PIL (Percorsi di Inserimento Lavorativo) dell'Università di Ferrara
30 gennaio 2017

Il PIL - Percorsi di Inserimento Lavorativo - è un percorso sperimentale di integrazione della didattica universitaria con l'esperienza lavorativa. Si tratta di un progetto avviato nel 2001 dall'Università di Ferrara, in collaborazione con il CDS (Centro ricerche Documentazione e Studi di Ferrara) e con il CFP Città del Ragazzo di Ferrara.

Scopo del Progetto è realizzare l’integrazione della fase conclusiva del percorso universitario con l’avvio di una prima, piena, esperienza lavorativa.

La struttura del PIL è così sintetizzabile:

1)     Seminario aziendale: presentazione dell’azienda e delle sue esigenze ai giovani laureandi/laureati;

2)     Colloqui di selezione: colloqui con i giovani che avranno espresso interesse per l'azienda, quindi effettivamente motivati;

3)     Inserimento in azienda: solo nel caso in cui l'azienda individui le persone ritenute idonee, interessate a loro volta a proseguire il percorso nell'azienda stessa.

Grazie dunque al collaudato meccanismo di scelte reciproche, il PIL mira ad ottenere l’inserimento possibilmente più soddisfacente ed efficace per entrambe le parti – azienda e giovane.

Nell’ambito di questo Progetto, CDS si occupa della promozione del percorso e dell’ individuazione delle aziende interessate e dei profili professionali e lavorativi proposti dalle stesse.

Le specializzazioni universitarie coinvolte, a seguito dei profili proposti dalle aziende, sono: Economia (organizzazioni pubbliche, imprese e intermediari finanziari), Ingegneria (meccanica, dei materiali, civile, elettronica, informazione), Giurisprudenza, Architettura, Scienze (informatica, biologia, fisica, matematica), Farmacia (biotecnologie), Medicina (scienze motorie), Lettere (scienze della comunicazione, tecnologie della comunicazione, lettere e filosofia, lingue, scienze della formazione, operatori del turismo, archeologia).

Numerosi i vantaggi per le aziende tra cui:  

● la collaborazione di giovani laureandi o neolaureati a cui affidare compiti e ruoli professionali per lo sviluppo delle attività dell’impresa;

● la possibilità, con l’inserimento di uno o più giovani adeguatamente formati, di riorientare risorse interne a maggiore professionalità ed esperienza su progetti nuovi ed attività aggiuntive;

● un processo di orientamento e selezione dei candidati altamente qualificato (team di docenti ed esperti universitari e della formazione professionale, referenti aziendali) ed  uno specifico percorso formativo mirato all’inserimento lavorativo;

● l’interesse e la motivazione dei giovani all’esperienza lavorativa accompagnata dall’Università (con la possibilità di favorire un apporto motivazionale al gruppo di lavoro di inserimento in azienda);

● agevolazioni e incentivi economici, che lo Stato e la Regione Emilia-Romagna mettono a disposizione delle imprese che assumono giovani, con particolare attenzione al contratto di Alto Apprendistato.

Il CDS invita le Aziende che fossero interessate all’esperienza a contattare i ricercatori al nr. 0532/771103 o scrivendo a chiaratacchiventuri@ilcds.org per concordare un appuntamento al fine di approfondire le fasi del progetto.

Per maggiori informazioni

Annuario 2017
Formato Digitale (Pdf)
Acquista l'annuario 2017
Annuario 2016
Formato Digitale (Pdf)
Acquista l'annuario 2016
Annuario 2015
Formato Digitale (Pdf)
Acquista l'annuario 2015